I migliori oli di CBD

Cosa rende un olio di CBD migliore di un altro? Ecco i migliori oli di CBD sul mercato, e le risorse definitive per trovare oli di CBD della migliore qualità.

daily cbd
Scritto da
Daily CBD , pubblicato 2 settimane fa

Gli oli di CBD sono di gran lunga le forme più popolari di CBD. Offrono vantaggi evidenti rispetto ad altre forme di CBD: sono facili da dosare, da conservare per lunghi periodi, e offrono risultati costanti.

Il problema è la mancanza di regolamentazione tra i produttori. Attualmente, sono moltissimi gli oli di CBD di scarsa qualità sul mercato che vengono spacciati per prodotti validi.

Abbiamo provato, testato e recensito centinaia di oli e sappiamo cosa serve per produrre qualcosa che valga la pena acquistare.

Qui esamineremo i migliori oli di CBD presenti sul mercato e forniremo informazioni utili affinché tu possa valutarli da solo per distinguere quelli eccellenti da quelli di scarsa qualità.

  • Indice

I migliori oli di CBD

ProdottoBassa intensitàAlta intensitàPrezzo a partire da
nuleaf naturals olio di cbd-30mL

Nuleaf Naturals Olio di CBD

48,5 mg/ml

48,5 mg/ml

38,50$

Compra

Nature's Script: tinture d’olio di CBD

10 mg/ml

133 mg/ml

49,99$

Compra
hemp bombs-olio di CBD-1000mg

Hemp Bombs Olio di CBD

10 mg/ml

133,3 mg/ml

49,99$

Compra
elixinol-respira-600mg-30ml

Elixinol Olio di CBD Respira

20 mg/ml

20 mg/ml

39,99$

Compra
elixinol-olio di canapa liposomiale-100 ml

Elixinol Olio di canapa liposomiale

10 mg/ml

10 mg/ml

59,99$

Compra

1. L’olio di CBD più semplice

Qui a DailyCBD piace molto Nuleaf Naturals. Questa azienda ha una missione forte, e una grande filosofia aziendale. Offrono tantissimi programmi di beneficenza diversi e sconti per le persone che più possono beneficiare degli oli CBD, ma magari non possono permetterselo.

Ci piace anche il fatto che Nuleaf Naturals abbia adottato un approccio “niente stupidaggini” per la sua gamma di prodotti, concentrando gli sforzi per creare un unico olio di CBD di alta qualità. Gli oli sono a spettro completo, fatti con canapa coltivata biologicamente, e hanno una potenza di 48,5 mg/ml, che è più che sufficiente per quasi tutte le applicazioni.

Invece di confondere i clienti con più potenze diverse, l’azienda ha scelto di usare la potenza più alta che potevano produrre in modo coerente, e si è fermata a quella. Ciò aiuta a evitare la possibilità che i clienti ordinino prodotti troppo deboli per ottenere i risultati che stavano cercando.

Nuleaf Naturals offre semplicemente lo stesso olio in diverse dimensioni di flacone in modo da non dover spendere un occhio della testa se non vuoi.


2. Migliore fonte di canapa

Nature’s Script è conosciuta per lo più per la sua incredibile fonte di canapa. Tutti i suoi prodotti, compreso l’olio Respira, sono fatti con canapa biologica e sono stati testati più volte da laboratori esterni per valutare la qualità dell’olio e la sua purezza. L’azienda fornisce risultati di analisi per contaminanti di metalli pesanti, pesticidi e residui di solventi, oltre che i profili dei terpeni e dei cannabinoidi degli oli.

Amiamo questo prodotto perché sappiamo che per produrre un olio di CBD di alta qualità, è necessario utilizzare canapa di alta qualità, il che è qualcosa che questa società prende sul serio.


3. L’olio di CBD più economico

Gli oli di CBD Hemp Bombs sono un’ottima soluzione economica quando si tratta di oli di CBD. Questi oli a base di isolati costano solo 0,07$ per milligrammo di CBD e sono disponibili in un’ampia gamma di opzioni di potenza diverse.

La loro opzione di potenza massima, il flacone da 4000 mg, offre il maggiore risparmio e ha un’incredibile potenza di 133 milligrammi di CBD per ogni millilitro di olio contenuto nel flacone.

Se stai cercando di ottenere l’olio CBD più conveniente senza sacrificare troppo la qualità, questi sono gli oli fatti per te.


4. Miglior olio a bassa potenza

elixinol-respira-300mg-15mL
39,99$ – 74,99$
Elixinol

Elixinol Olio di CBD Respira 15 – 30 ml

3.67 / 5

  • CBD Totale:

    300 – 600 mg

  • Potenza:

    20 mg/ml

  • Costo per mg di CBD:

    0,12$ – 0,13$

  • Tipo di estratto :

    Spettro completo

  • Gusto:

    Naturale, Uva a menta

Elixinol offre molti prodotti al CBD per il mercato internazionale, inclusa l’Italia. La linea Respira è una delle migliori che abbiamo mai trovato nella categoria di bassa potenza.

Gli oli dell’azienda sono prodotti con canapa di prima scelta proveniente dal Nord Europa e da regioni selezionate degli Stati Uniti. Usano le tecniche di estrazione con CO2 moderne per preservare il più possibile il profilo di terpeni e di cannabinoidi durante il processo di produzione.

Questi oli sono disponibili in opzioni non aromatizzate e alla menta, a seconda delle preferenze personali.


5. Il miglior olio di CBD liposomiale

elixinol-olio di canapa liposomiale-30 ml
59,99$ – 129,00$
Elixinol

Elixinol Olio di canapa liposomiale 30 – 100 ml

4.17 / 5

  • CBD Totale:

    300 – 1000 mg

  • Potenza:

    10 mg/ml

  • Costo per mg di CBD:

    0,13$ – 0,20$

  • Tipo di estratto:

    Spettro completo

  • Gusto:

    Citrus Twist (agrumi)

La tecnologia liposomiale è un trucco relativamente nuovo che i produttori di CBD stanno usando per aumentare l’assorbimento degli oli che producono. Funziona incapsulando il CBD nei grassi. Visto che i grassi vengono assorbiti attraverso il tubo digerente o attraverso i microcapillari sotto la lingua, portano con sé il CBD.

Questi liposomi sono di ottima qualità e, anche se siamo scettici sulla loro effettiva efficacia rispetto agli oli normali, una dose di questo prodotto è senza dubbio un po’ più forte di un olio simile che non offre la tecnologia liposomiale.


Come valutare velocemente gli oli di CBD

  1. Da dove viene la canapa? Cerca prodotti realizzati con canapa al 100% biologica, non-OGM, priva di pesticidi e industriale coltivata negli Stati Uniti o Nord Europa.
  2. I prodotti sono testati da laboratori esterni? Supporta solo aziende di CBD che forniscono regolarmente test di laboratori esterni aggiornati per confermare le proprie dichiarazioni
  3. Qual è la dichiarazione aziendale dell’azienda? Le dichiarazioni d’intenti valide sono spesso un indicatore dell’impegno generale del produttore
  4. Quanto è potente l’olio? Per determinare il suo valore generale, confronta i prodotti in base al costo di mg di CBD e alla potenza.
  5. Quali altri ingredienti e oli vettore sono utilizzati? Anche gli altri ingredienti possono migliorare o compromettere l’effetto generale dell’olio. Scegli prodotti con oli di alta qualità, come olio di semi di canapa o MCT, e ingredienti benefici aggiuntivi che rendono l’olio più efficace.
  1. →  Scopri come valutiamo i prodotti al CBD

Come comprare olio di CBD come un professionista

Non tutti gli oli CBD sono fatti allo stesso modo, molti sono prodotti di alta qualità, davvero ben fatti, altri semplicemente non lo sono.

Imparare a distinguere tra alta qualità e scarsa qualità è di fondamentale importanza per chiunque sia interessato a utilizzare il CBD per gestire i propri sintomi, indipendentemente dalla malattia.

Anche dopo aver trovato un buon prodotto da usare, può essere difficile decidere la giusta potenza o dimensione del flacone.

Tratteremo tutto questo più avanti. Quando avrai finito di leggere questo articolo, sarai un acquirente di CBD informato, il che ti farà risparmiare molto tempo e denaro.

Alla fine dell’articolo, abbiamo anche inserito una guida avanzata per l’acquirente per portare la tua conoscenza di CBD al livello successivo. Esaminiamo fattori come i profili dei cannabinoidi, i terpeni, gli oli psicoattivi e le opzioni disponibili tra prodotti biologici e non biologici.

dailyCBD-Guida-oli- CBD-1

Step 1: Scegliere la giusta potenza

La potenza dell’olio di CBD è uno dei fattori più importanti da considerare. In definitiva è quello che definisce la dose da usare.

Per approfondire quest’aspetto in dettaglio abbiamo bisogno di conoscere alcune definizioni utilizzate.

Termini e definizioni da conoscere quando si sceglie la potenza:

  • Intensità: si riferisce al livello di efficacia desiderato da una dose di CBD. Maggiore è l’efficacia desiderata, maggiore sarà la dose.
  • Potenza: si riferisce alla quantità di CBD contenuta in ogni millilitro d’olio.
  • Dose: la quantità di CBD in mg che si assume ogni volta. Può variare da 20 mg a 100 mg o più.
  • Dosaggio: Il numero di dosi assunte in un giorno: di solito 2 o 3 al giorno.

La dose di CBD può variare notevolmente a seconda di fattori come peso, geni, esperienza con CBD e condizione che si intende trattare.

Ecco alcune utili informazioni sul dosaggio prese in prestito dal nostro articolo “Guida per principianti al dosaggio dell’olio di CBD“.

È un eccellente punto di partenza per determinare la potenza del prodotto che stai cercando.

Raccomandazioni generali sull’intensità per le patologie comuni

  • Salute generale: da bassa a media intensità
  • Nausea: da bassa a media intensità
  • Dolore cronico: da media ad alta intensità
  • Disturbi del sonno: da media ad alta intensità
  • Ansia: da media ad alta intensità
  • Epilessia: alta intensità o livello farmaceutico
  • Cancro: alta intensità o livello farmaceutico
  • Emicrania: da bassa ad alta intensità
Dosi giornaliere di CBD in base al peso e all’intensità desiderata (in mg)
Peso (Kg) Bassa intensità Media intensità Alta intensità
45 kg 10 mg 30 mg 60 mg
57 kg 13 mg 38 mg 75 mg
68 kg 15 mg 45 mg 90 mg
79 kg 17 mg 52 mg 105 mg
90 kg 20 mg 60 mg 120 mg
102 kg 22 mg 67 mg 135 mg
113 kg 25 mg 75 mg 150 mg

Ad esempio: supponiamo che hai bisogno di una dose giornaliera di circa 100 mg di CBD. Bene, se compri un olio a bassa potenza contenente 300 mg di CBD in 1 flacone di un’oncia (30 ml) dovrai assumere un terzo del flacone per raggiungere la tua dose giornaliera. Non ha molto senso, sia praticamente che economicamente.

Se questo è il tuo caso, scegli una potenza maggiore, ad esempio un flacone di 1400 mg che ti consentirebbe di prendere circa 14 dosi, e di cui dovresti assumere solo qualche ml di olio.

Al contrario, se la dose è solo di 10 mg di CBD, comprare un olio ad alta potenza potrebbe facilmente farti prendere una dose maggiore di quella desiderata. Una singola goccia di olio in questo caso contiene più della dose giornaliera di CBD.

Confronto della potenza dei nostro oli di CBD preferiti
Immagine del prodotto Nome del prodotto Potenza
Nuleaf Naturals: olio di CBD 48,5 mg/ml
Nature’s Script: tinture d’olio di CBD 10 – 133 mg/ml
hemp bombs-olio di CBD-4000mg Hemps Bombs: olio di CBD 10 – 133,3 mg/ml
elixinol-respira-300mg-15mL Elixinol: olio di CBD Respira 20 mg/ml
elixinol-olio di canapa liposomiale-100 ml Elixinol: olio di canapa liposomiale 10 mg/ml

Step 2: Scegliere tra CBD a spettro completo e isolati

Una delle scelte più importanti da fare è tra l’uso di un olio di CBD ottenuto da un isolato e uno ottenuto da un estratto a spettro completo.

Entrambi contengono CBD in quantità relativamente elevate, ma c’è una differenza fondamentale tra i due: lo spettro completo contiene l’intero spettro di fitochimici della pianta di canapa, compresi gli altri cannabinoidi e terpeni, mentre l’isolato di CBD è un CBD purificato e non contiene nient’altro.

Vedremo cosa tra poco, ma prima diamo un’occhiata ai nostri oli di CBD più quotati e che tipo di estratto contengono:

Immagine del prodotto Nome del prodotto Tipo di estratto  
Nuleaf Naturals: olio di CBD Spettro completo
Nature’s Script: tinture d’olio di CBD Isolato
hemp bombs-olio di CBD-4000mg Hemps Bombs: olio di CBD Isolato
elixinol-respira-600mg-30ml Elixinol: olio di CBD Respira Spettro completo
elixinol-olio di canapa liposomiale-100 ml Elixinol: olio di canapa liposomiale Spettro completo

1. Oli a spettro completo

Gli oli a spettro completo sono realizzati per preservare i profili naturali dei cannabinoidi presenti nella pianta. Il prodotto finale conterrà tutti i cannabinoidi.

Questa opzione è generalmente preferita dai puristi che cercano di ottenere i benefici dell’intera pianta di cannabis, piuttosto che di una sola sostanza.

Ci sono vantaggi evidenti nell’utilizzo di oli a spettro completo:

  • Sfruttano benefici aggiuntivi per la salute di altri cannabinoidi come il CBC, il CBG, il CBN, il THC o il THCV
  • Di solito richiedono una lavorazione minore e meno additivi
  • Basta una dose inferiore per ottenere la stessa intensità degli effetti di un isolato

Ci sono anche alcuni aspetti negativi per gli estratti a spettro completo:

  • Sono più costosi degli isolati
  • Possono provocare effetti psicoattivi se i livelli di THC sono superiori allo 0,3%
  • Ogni prodotto può variare notevolmente a seconda degli altri cannabinoidi e dei terpeni contenuti nell’estratto

Nella maggior parte dei casi, gli oli a spettro completo sono l’opzione migliore. Danno risultati più forti e producono una gamma di effetti più ampia rispetto alle sostanze isolate. La maggior parte degli operatori sanitari con esperienza nella medicina erboristica preferisce gli oli a spettro completo agli isolati.

2. Oli a base di isolato di CBD

Gli isolati di CBD sono realizzati isolando il contenuto di CBD dalle piante di cannabis prima di dissolverlo in un olio portante.

Si tratta della forma più diffusa di CBD attualmente disponibile. Questo perché è più facile lavorare prodotti realizzati con isolati di CBD con un contenuto preciso, ed è più economico.

Se prendi 100 mg di CBD puro e li aggiungi ad un flacone da 30 ml, è facile affermare che questo flacone contiene 100 mg di CBD. Con gli estratti a spettro completo, la concentrazione di CBD può variare di molto da un lotto all’altro.

Per questo, gli isolati di CBD offrono alcuni vantaggi evidenti

  • Il contenuto di CBD è più semplice da determinare
  • I prodotti ottenuti dagli isolati tendono ad essere più economici
  • Sugli isolati di CBD c’è una ricerca più vasta
  • È facile mantenere i livelli di THC ben al di sotto dei livelli psicoattivi

Ci sono anche molti aspetti negativi:

  • Per produrre gli stessi benefici degli oli a spettro completo serve una dose maggiore
  • È più difficile rintracciare la fonte di CBD
  • Non offrono i benefici di altri cannabinoidi a meno che questi non siano aggiunti in un secondo momento
  • Una lavorazione extra può danneggiare l’integrità dei cannabinoidi e del terpene

Gli isolati di CBD sono adatti a chi cerca un olio di CBD semplice ed economico.

Step 3: Leggi le recensioni dell’azienda

In giro ci sono tanti marchi eccellenti di CBD, ma ce ne sono anche molti scarsi.

Il modo più semplice per farti un’idea dell’azienda da cui vorresti acquistare è attraverso i siti web di recensioni.

Noi offriamo recensioni approfondite sui marchi di CBD, tenendo conto di una serie di fattori:

  1. L’obiettivo dell’azienda: qual è la filosofia aziendale? Contribuiscono a qualche causa?
  2. La fonte della canapa: per realizzare i prodotti usano canapa biologica e senza pesticidi, o una canapa economica che proviene da paesi esteri?
  3. L’innovazione: l’azienda fa qualcosa per innovare o migliorare i propri prodotti? Questo è un buon indicatore della passione dei membri del team.
  4. La sicurezza: l’azienda elenca le informazioni sui dosaggi e la sicurezza dei prodotti?
  5. Il servizio clienti: se qualcosa va storto, la società si impegna a risolvere il problema?

Leggi sempre le recensioni prima di acquistare. Questo migliorerà di gran lunga la tua esperienza con l’olio di CBD, facendoti risparmiare tempo e denaro.

dailyCBD-Guida-olio-CBD-2

Problemi comuni con gli oli di CBD

Con un mercato così nuovo e prezioso, sono centinaia le aziende che stanno cercando di prendersi il loro pezzo di torta. Non per tutti i produttori la qualità conta più del profitto, perciò il mercato offre molti prodotti di bassa qualità, troppo costosi o da truffa.

Per il cliente disinformato, questi prodotti di bassa qualità sono nascosti in bella vista.

Ecco 5 problemi comuni a cui stare attenti quando compri oli di CBD:

1. Dichiarazioni false di CBD

Saresti sorpreso di quante aziende dichiarano concentrazioni di CBD sbagliate sulle etichette dei loro prodotti. Ci sono stati alcuni gruppi di ricerca che hanno esaminato il problema in modo approfondito, rilevando discrepanze tra il numero di cannabinoidi sull’etichetta e la concentrazione effettiva contenuta nell’olio.

Uno di questi studi, condotto nei Paesi Bassi, ha analizzato gli oli di CBD di alcuni consumatori per confrontare il contenuto di cannabinoidi con quello dichiarato dal produttore sul flacone. È stato scoperto che più della metà degli oli testati presentavano deviazioni del 78%, o superiori, rispetto a ciò che era elencato sul flacone.

Visto che il CBD non è regolamentato, è facile per le aziende farla franca con questa pratica.

2. Fonti di canapa contaminate

L’altro problema dilagante tra i produttori di CBD è l’uso di fonti di canapa contaminate per la produzione di oli.

La canapa è un bioaccumulatore: significa che assorbe i nutrienti del terreno e li deposita in vari tessuti della pianta. Questa è una cosa buona per minerali come il selenio e il magnesio, che rendono la pianta più nutriente. Ma può anche essere una cosa negativa, perché l’assorbimento di minerali include metalli pesanti come cadmio, piombo e mercurio.

Le capacità di bioaccumulazione della canapa sono spesso impiegate dagli orticoltori per “pulire” i terreni contaminati, coltivandola in un campo contaminato proprio per eliminare gli inquinanti dal terreno.

Gli oli di cannabinoidi fatti con canapa coltivata in terreni contaminati sono prodotti di scarsa qualità e potenzialmente dannosi.

Alcune aziende non ne tengono conto (o non se ne preoccupano) e utilizzano qualsiasi fonte di canapa disponibile per rendere i prodotti meno costosi.

Coltivare canapa biologica è costoso, ed è ancora più costoso dimostrarne la purezza; tuttavia, utilizzare canapa di buona qualità in maniera responsabile è ciò che le aziende serie stanno facendo nonostante il costo. Se non sai da dove proviene la canapa, pensaci due volte prima di acquistarla.

3. Raccomandazioni sui dosaggi insufficienti

Dosare il CBD è già abbastanza difficile perché ha effetti diversi sulle persone. Consulta la nostra guida al dosaggio del CBD per imparare a calcolare il tuo dosaggio personale.

Un dosaggio inappropriato può portare a effetti collaterali indesiderati. È incredibile quante aziende non diano informazioni sul dosaggio dei propri prodotti. Stai alla larga da questi marchi. Può essere segno di una scarsa assistenza ai clienti e di prodotti di pessima qualità

4. Oli portanti scaduti

Per definizione, gli oli di CBD si fanno con un olio. Visto che i cannabinoidi e i terpeni sono entrambi liposolubili, devono dissolversi in un olio o in un alcol.

Se provassi a dissolvere i cannabinoidi puri nell’acqua, finiresti col creare un pasticcio di grumi.

Uno dei modi in cui i produttori di CBD abbassano i costi consiste nell’utilizzare oli portanti di bassa qualità al limite della data di scadenza. Il problema è che più gli oli di CBD passano tempo sugli scaffali, più diventano rancidi per colpa della combinazione di tecniche di produzione scadenti e oli di bassa qualità o quasi scaduti.

Questo è il tipo di problema che potresti non notare finché non è troppo tardi. Se l’azienda non lo dichiara sul flacone o sul sito web, o non lo sanno o non gli importa – evitali!

Gli oli che utilizzano un olio portante fresco e di alta qualità dureranno circa due anni. La scadenza si può poi estendere di un altro anno se li conservi in un luogo buio e fresco, all’interno di un contenitore ermetico.

5. Prodotti di scarsa qualità

La vendita di prodotti di scarso valore non riguarda solo l’industria del CBD, ma è certamente un problema.

Non c’è ancora uno standard per il prezzo degli oli di CBD. Le aziende vendono praticamente gli stessi prodotti per prezzi che vanno da 25$  fino a 225$!

Perché il prezzo degli oli di CBD varia così tanto?

Il costo dell’olio di CBD può variare molto, soprattutto se si considera il numero di aziende che stanno spendendo poco per la fornitura di canapa. Il problema dei prezzi parte da un inganno del marketing e dalla mancanza di regolamentazione. Se la pubblicità è fatta bene, le persone spenderanno bei soldi per prodotti di scarsa qualità.

Non mi fraintendere, sul mercato ci sono molti oli che valgono il prezzo di 225$, ma sono molti di più quelli che non lo valgono.

Confronto dei prezzi dei nostri oli di CBD
Immagine del prodotto Nome del prodotto Costo per mg di CBD
Nuleaf Naturals: olio di CBD 0,16$
Nature’s Script: tinture d’olio di CBD 0,08$
hemp bombs-olio di CBD-4000mg Hemps Bombs: olio di CBD 0,13$
elixinol-respira-600mg-30ml Elixinol: olio di CBD Respira 0,12$ – 0,13$
elixinol-olio di canapa liposomiale-100 ml Elixinol: olio di canapa liposomiale 0,13$ – 0,20$

Campanelli d’allarme a cui stare attenti quando si acquista CBD:

Quando fai una ricerca su un olio di CBD, se c’è uno di questi problemi, stanne lontano.

  1. Totale mancanza di test di laboratori esterni
  2. Canapa proveniente dalla Cina o dall’India (alto tasso di contaminazione)
  3. Nessuna indicazione della fonte dell’olio portante
  4. Nessuna indicazione del dosaggio sul flacone
  5. Nessuna indicazione della concentrazione di CBD o THC sul flacone
  6. Dichiarazioni pubblicitarie troppo belle per essere vere

Osservazioni avanzate per l’acquirente di CBD

Gli oli di CBD sono complessi. Sono molte le variabili che determinano un olio di CBD, tra cui:

  • La presenza o assenza di THC (psicoattività)
  • Proporzioni dei cannabinoidi
  • Concentrazioni di terpeni
  • Canapa biologica vs. non biologica
  • Scelta dell’olio portante

Se vuoi davvero determinare qual è quello che soddisfa al meglio le tue esigenze personali, puoi rifarti a queste considerazioni più avanzate.

1. Olio di CBD psicoattivo o non psicoattivo

A seconda di dove vivi, potresti non avere scelta: la maggior parte dei paesi proibisce il THC negli oli di CBD. Il THC è il maggiore ingrediente psicoattivo contenuto nella pianta di cannabis, nonché la principale ragione del suo uso ricreativo.

Se sei abbastanza fortunato da vivere dove i livelli di THC non sono limitati, puoi anche scegliere prodotti al CBD psicoattivi.

Ci sono chiari vantaggi per entrambe le opzioni e gli utenti più esperti di CBD avranno entrambi i tipi a portata di mano.

Il THC e il suo fratello gemello, il THCV, offrono potenti benefici medicinali come ansia, insonnia e appetito – nella giusta dose, naturalmente.

L’assenza di THC e THCV nell’olio di CBD garantisce che il prodotto non darà effetti psicoattivi, ma allo stesso tempo, i benefici terapeutici degli oli saranno limitati.

2. Considera gli altri cannabinoidi

Ci sono almeno 80 cannabinoidi diversi nella pianta di cannabis (secondo alcune fonti addirittura 118). Ognuno di questi cannabinoidi dispensa i propri benefici.

Ecco una breve panoramica degli altri cannabinoidi contenuti nella pianta di cannabis:

A.    CBC (Cannabicromene)

Il CBC è il terzo cannabinoide più abbondante nella pianta. Come il CBD, non è psicoattivo. Svolge un’attività maggiore sui recettori vanilloidi ed è un eccellente sostanza antidepressiva [2].

B.    CBG (Cannabigerolo)

Il CBG funge da precursore di altri cannabinoidi, come il THC. Gli oli di CBD ad alto contenuto di CBG hanno meno probabilità di causare ansia, specialmente se anche il THC è incluso nell’olio. Esercita la maggior parte dei suoi effetti sui recettori della serotonina nel cervello (5-HT1A) [3].

C.    CBN (Cannabinolo)

Il CBN deriva dalla scomposizione del THC. Pertanto, le piante più vecchie conterranno più CBN rispetto alle piante raccolte prematuramente. Il CBN è per lo più non psicoattivo, ma nella sua forma pura ha rivelato effetti psicoattivi lievi. Il CBN è la soluzione migliore per trattare disturbi come insonnia o ansia grazie ai suoi effetti sedativi.

D.    THC (tetraidrocannabinolo)

È il principale cannabinoide psicoattivo presente nella pianta. Simula uno dei nostri principali endocannabinoidi (l’anandamide) per stimolare entrambi i tipi di recettori dei cannabinoidi corporei. Ciò gli conferisce una vasta gamma di effetti medicinali benefici, ma può anche causare effetti collaterali negativi come paranoia e ansia.

3. Valuta il contenuto di terpeni

Un buon produttore di CBD elencherà anche il contenuto di terpeni nei propri oli. Sebbene questi non producano effetti drasticamente diversi dai livelli di cannabinoidi, svolgono un ruolo importante nel profilo degli effetti dell’olio.

Ripassiamo i terpeni più importanti: tieni presente che ci sono oltre un centinaio di terpeni diversi nella pianta della cannabis. Ognuno interagirà diversamente con gli altri del mix.

I terpeni più comuni della cannabis e i loro effetti includono:
Nome del terpene Benefici medicinali
Mircene Allevia il dolore
Lieve sedativo
Migliora il sonno
Migliora l’assorbimento dei cannabinoidi
Alfa/Beta Pinene Migliora la memoria
Protegge dal morbo di Alzheimer
Antiossidante
Neuroprotettivo
Beta-cariofillene Allevia l’ansia
Lieve sedativo
Antidepressivo
Bisabololo Antinfiammatorio
Borneolo Riduce la pressione sanguigna
Lieve sedativo
Antidolorifico
Migliora la memoria
Canfene Antinfiammatorio
Linalolo Anticonvulsivo
Allevia l’ansia
Antinfiammatorio
Antidolorifico
Eucaliptolo (1,8 cineolo) Migliora il flusso sanguigno al cervello
Antiossidante
Lieve stimolante
Neuroprotettivo
Limonene Allevia l’ansia
Antidepressivo
Migliora gli effetti dei cannabinoidi
Pulegone Sedativo
Antipiretico
Antidolorifico
Antispasmodico

4. Canapa biologica vs. non biologica

Noi diamo molta importanza alla canapa biologica, e per una buona ragione. La canapa è un bioaccumulatore, il che significa che ha la capacità di assorbire una tonnellata di sostanze dall’ambiente, così come dall’aria e il terreno circostante. Questa è la capacità che permette alla canapa di crescere così prosperamente in terreni poveri e in ambienti altrimenti tossici. È ciò che fa crescere la pianta come una “erba”.

Il vantaggio è che la canapa non è solo facile da coltivare, ma contiene tantissimi nutrienti in una piccola quantità di spazio.

Il lato negativo è che se nel suolo ci sono contaminanti – specialmente i metalli pesanti – la pianta li assorbirà e potranno arrivare nel prodotto finale.

I metalli pesanti sono un problema enorme, perché col tempo si accumulano nel corpo. Inizialmente potrebbero non causare alcun problema, e in effetti alcuni metalli pesanti sono persino necessari alla vita umana, in quantità molto ridotte. Cromo, zinco, rame e ferro, per esempio.

Col passare del tempo, questi ed altri metalli pesanti, come cadmio, piombo, arsenico, mercurio e alluminio possono accumularsi nel corpo, causando la distruzione di membrane cellulari che potrebbe portare alla morte di neuroni nel cervello e nel midollo spinale, e di altre cellule importanti in tutto il corpo.

Metalli pesanti a cui prestare attenzione

  1. Alluminio
  2. Arsenico
  3. Bario
  4. Bismuto
  5. Cadmio
  6. Cromo
  7. Cobalto
  8. Rame
  9. Piombo
  10. Mercurio
  11. Tallio

Perché consigliamo di utilizzare solo canapa biologica

La canapa biologica è canapa coltivata in ambienti agricoli controllati contenenti livelli sicuri di metalli pesanti e altri materiali tossici, che devono essere regolarmente testati. Implica anche un uso minimo di pesticidi ed erbicidi, perché se usati troppo frequentemente anche questi composti possono penetrare nel tuo flacone di olio di CBD.

Essendo ormai gran parte del suolo del nostro pianeta contaminato da cose come piombo, arsenico e mercurio, è più importante che mai scegliere prodotti al CBD realizzati con canapa coltivata con pratiche di agricoltura biologica.

L’obiettivo finale è trovare prodotti certificati biologici dall’USDA o da organizzazioni equivalenti. Per ottenere la certificazione biologica USDA per la canapa, le aziende devono analizzare continuamente il terreno e i campioni dei prodotti, e devono rispettare limiti sui tipi e le quantità di pesticidi che possono utilizzare. Questa certificazione è anche molto costosa, ma offre la migliore garanzia possibile del fatto che i prodotti venduti saranno privi di ingredienti pericolosi assorbiti durante il processo di coltivazione.

Se scegli un prodotto che non è biologico, assicurati di controllare almeno i risultati dei test di laboratori esterni per la presenza di metalli pesanti e pesticidi. Se i test per queste sostanze non sono disponibili, cerca un altro prodotto che li abbia.

Noi consigliamo vivamente di evitare gli oli di CBD ottenuti da canapa coltivata in Cina o in India, che hanno i più alti livelli di terreni contaminati al mondo.

5. La scelta dell’olio vettore

Per produrre un olio di CBD ci vogliono solo due ingredienti: un estratto di CBD o di canapa e un olio vettore. L’olio vettore viene utilizzato per mettere il CBD in sospensione, dare corposità e rendere il CBD più facile da usare. Anche quest’olio può dare alcuni benefici sull’assorbimento del composto attraverso la membrana intestinale.

Abbiamo già visto le differenze nella scelta tra oli di canapa a spettro completo o isolati di CBD, ma non abbiamo ancora parlato della differenza tra gli oli vettore.

L’opzione più comune è l’olio MCT, che sta per trigliceridi a catena media. Tutti i grassi si presentano in gruppi da tre: le catene di acidi grassi sono legate insieme da una molecola di glicerolo. Questo gruppo viene chiamato trigliceride. Pertanto, un trigliceride a catena media è un gruppo di tre acidi grassi di media lunghezza legati insieme – né corti, né lunghi.

La media lunghezza permette all’olio di restare liquido al di sopra delle temperature di congelamento e di avere un’alta solubilità per il CBD. Ciò significa che è possibile sciogliere una grande quantità di CBD nell’olio MCT prima che inizi a fuoriuscire dalla soluzione e si accumuli in grumi sul fondo dell’olio. Anche se è del tutto sicuro, è antiestetico, e la maggior parte delle persone restituirebbe l’olio se si ritrovasse un prodotto del genere.

L’olio MCT funziona alla grande ed è estremamente economico – può essere prodotto in abbondanza dall’olio di cocco – il che mantiene bassi i costi dell’olio di CBD. L’unico aspetto negativo dell’olio MCT è che manca di sapore e non offre alcun vantaggio nutrizionale aggiuntivo.

Confronto rapido dei diversi tipi di olio vettore

  1. Olio di trigliceridi a catena media (MCT): come accennato, l’olio MCT è lo standard del settore quando si tratta di oli vettore per CBD. È economico, insapore e ha un’elevata solubilità che consente ai produttori di realizzare estratti ad alta potenza senza preoccuparsi che il CBD fuoriesca dalla soluzione.
  2. Olio di semi di canapa: è considerata la migliore opzione di olio vettore. Proviene anch’esso dalla pianta di canapa e molti credono che conferisca maggiore sinergia alla formula. È ricco di acidi grassi essenziali come il GLA, e offre anche una serie di benefici nutrizionali. Ha una solubilità inferiore rispetto all’olio MCT per via degli altri prodotti fitochimici già presenti nella soluzione.
  3. Olio d’oliva: è un altro olio a basso costo a volte usato per produrre gli oli di CBD. Ha un particolare sapore speziato, e si ritiene che offra un migliore assorbimento rispetto all’olio MCT grazie ad alcuni effetti stimolanti circolatori degli altri composti presenti nell’olio. L’olio d’oliva ha una bassa solubilità, quindi non troverai oli di CBD ad alta potenza con questo olio vettore.
  4. Olio di mandorle dolci: è un altro olio popolare per la produzione di oli di CBD. È più costoso degli altri sopra elencati ma ha un sapore piacevole e un retrogusto di noci. È un olio molto leggero, che si può assumere più facilmente per via sublinguale e ha una solubilità notevolmente elevata, che permette ai produttori di creare oli ad alta potenza.
  5. Olio di avocado: ricco di acidi grassi monoinsaturi, quest’olio ha tantissimi benefici per la salute e un sapore di avocado unico. È un olio leggero ed è un’ottima aggiunta ad alcuni degli oli di CBD più esotici.
  6. Olio di argan: è uno degli oli più costosi sul mercato. Troverai questo olio solo in oli di CBD di lusso. Se assunto per via orale offre pochi benefici, ma fa miracoli sulla pelle e sui capelli.

Riepilogo: comprare il migliore olio di CBD

Comprare un olio di CBD può farti confondere se non sai cosa cercare. Ormai sul mercato ci sono centinaia di oli di CBD diversi, disponibili praticamente in qualsiasi combinazione di terpeni, cannabinoidi, potenze, intensità, sapori e prezzi.

Usando questa guida, puoi restringere il campo a qualcosa di più gestibile.

I principi di base per valutare un olio di CBD includono:

  • Stai cercando un olio a spettro completo o a base di isolato? Noi consigliamo lo spettro completo per la maggior parte dei casi
  • Il prodotto ha la potenza giusta per ciò di cui ho bisogno? Per dosi basse, puoi usare un olio a bassa potenza, per le dosi più alte sarà meglio usare un olio ad alta potenza
  • Come si confronta il prodotto con la concorrenza in termini di prezzo e qualità? Usa le nostre recensioni per valutare la fonte di canapa, il valore e la qualità generale
  • Il prodotto è testato da laboratori esterni? Questa è una domanda fondamentale, se la società non fornisce i risultati dei test potrebbe esserci un motivo, e in questo caso, consigliamo di cambiare produttore.

Se segui la guida qui sopra, hai le migliori possibilità di trovare l’olio giusto per ciò che ti serve al primo tentativo.

Inoltre, assicurati di dare un’occhiata al nostro blog per informazioni aggiornate su tutto ciò che riguarda il CBD.

Riferimenti

  1. Hazekamp, A. (2018). The Trouble with CBD Oil. Medical Cannabis and Cannabinoids, 1(1), 65-72.
  2. De Petrocellis, L., Orlando, P., Moriello, A. S., Aviello, G., Stott, C., Izzo, A. A., & Di Marzo, V. (2012). Cannabinoid actions at TRPV channels: effects on TRPV3 and TRPV4 and their potential relevance to gastrointestinal inflammation. Acta physiologica, 204(2), 255-266.
  3. Cascio, M. G., Gauson, L. A., Stevenson, L. A., Ross, R. A., & Pertwee, R. G. (2010). Evidence that the plant cannabinoid cannabigerol is a highly potent α2‐adrenoceptor agonist and moderately potent 5HT1A receptor antagonist. British journal of pharmacology, 159(1), 129-141.

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi essere il primo a conoscere i nostri ultimi arrivi e le offerte speciali!

Ti sei iscritto con successo!

Iscrizione fallita!