Il miglior CBD per il supporto articolare

daily cbd
Scritto da
Daily CBD , pubblicato 1 settimana fa

Il CBD è un integratore famoso per il supporto della salute articolare. In questa guida vedremo come funziona, ed elencheremo alcuni dei migliori prodotti che abbiamo trovato finora per il supporto della salute e del recupero delle articolazioni.

  • Indice

Il dolore e il malessere articolare includono diverse condizioni patologiche delle articolazioni, tra cui l’artrite reumatoide, l’artrosi, la gotta e gli infortuni.

L’immobilità e l’infiammazione da disfunzione articolare sono tra le cause più comuni per cui le persone cercano supporto con il CBD, specialmente quando le medicine convenzionali non riescono a fornire il sollievo necessario.

In questo articolo, esamineremo le cause principali del dolore articolare e metteremo in evidenza alcune delle principali considerazioni che dovresti fare prima di scegliere un prodotto al CBD in base alla fonte del tuo problema.

Evidenzieremo cosa si deve cercare e cosa evitare in un buon prodotto al CBD. Poi, chiuderemo con qualche altro consiglio per gli integratori che puoi prendere in combinazione al CBD, così da ottenere il massimo miglioramento per le articolazioni.

Vediamo subito quali sono le nostre prime scelte per il dolore articolare.

Miglior CBD per il supporto articolare: un breve riassunto

Il dolore e il malessere articolare sono più comunemente una conseguenza dell’artrite o di lesioni fisiche al tessuto articolare.

In entrambi i casi, il CBD può fornire potenti benefici grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche (antidolorifiche).

Il CBD offre anche ulteriore supporto per alcuni tipi di dolori articolari come l’artrite reumatoide (benefici immunomodulatori) e la gotta (effetti di supporto renale).

Cosa cercare:

I nostri migliori integratori e topici di CBD per il supporto articolare

ProdottoBassa intensitàAlta intensitàPrezzo a partire da

Ojai Energetics Sports Gel

33.3 mg/ml

33.3 mg/ml

46,95 $

Acquista
nuleaf naturals olio di cbd

Olio di CBD Nuleaf Naturals

48.5 mg/ml

48.5 mg/ml

38,50$

Acquista
BioCBD-30-Capsule

BioCBD+ Capsule Total Body Care

10 mg

10 mg

120,00$

Acquista
medterra-topici-750mg

Medterra Crema rinfrescante ad azione rapida

2,5 mg/ml

7,5 mg/ml

49,95$

Acquista

Kat's Naturals Crema di CBD con arnica

11,6 mg/ml

11,6 mg/ml

45,00 $

Acquista

1. Il miglior gel topico al CBD per il supporto articolare

L’Ojai Energetics Sport Gel è progettato per fornire un sollievo rapido ed efficace dal dolore e dall’infiammazione di articolazioni e muscoli.

Con un estratto di CBD idrosolubile e altri 15 estratti di erbe con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e analgesiche, questo gel è uno dei migliori sul mercato per problemi articolari da lievi a moderati. La consistenza del gel fornisce l’acqua necessaria per spingere il CBD e altri estratti di erbe nella pelle e in profondità nelle articolazioni colpite.

Inoltre questo prodotto fornisce un piacevole effetto rinfrescante sulla pelle, alleviando così il dolore articolare.


2. Il miglior olio di CBD per il supporto articolare

Questo è uno degli oli di CBD più quotati in generale, ed è un’opzione eccellente anche per il dolore articolare.

L’estratto ad alta potenza rende facile ottenere una dose efficace di CBD, e l’azienda fornisce i risultati delle analisi di laboratori esterni per ogni lotto, così da dimostrare l’alto livello di qualità e purezza all’interno dell’olio. Con questo prodotto non c’è da preoccuparsi della contaminazione da metalli pesanti e solventi organici. Entrambi questi contaminanti possono danneggiare ulteriormente il tessuto articolare, e dovrebbero essere evitati a tutti i costi.

L’olio di CBD Nuleaf Naturals è disponibile in un’unica potenza (48,5 mg/ml), più che sufficiente per la maggior parte dei casi di dolori articolari. L’azienda utilizza anche olio di semi di canapa biologico come fonte dell’olio vettore, che noi preferiamo all’olio MCT per via dell’alto contenuto di acidi grassi omega 3. Gli omega 3 già da soli sono considerati molto utili per alleviare il dolore articolare, il che si aggiunge ulteriormente alla rilevanza di questo prodotto per le condizioni specifiche delle articolazioni.


3. Le migliori capsule di CBD per il supporto articolare

Queste capsule di CBD sono formulate con un estratto di canapa a spettro completo (10 mg per capsula), oltre che con qualche altro componente nutrizionale per il supporto delle articolazioni, come il magnesio e la curcumina.

  • La curcumina contenuta nella pianta di curcuma fornisce potenti effetti antiossidanti e antinfiammatori.
  • Il magnesio funge da cofattore per la produzione di cartilagine nelle articolazioni.

Queste capsule contengono relativamente poco CBD per lasciare spazio agli altri componenti della formula, ma questo si risolve facilmente prendendo un paio di capsule alla volta. La maggior parte delle persone che assume questo integratore riporta benefici con circa 2-3 capsule al mattino e altre 2-3 capsule più avanti nel corso della giornata.


4. La migliore crema topica per il supporto articolare

Medterra è uno dei maggiori produttori di CBD al mondo. Offrono una vasta gamma di eccellenti prodotti al CBD di quasi tutte le categorie principali. Sono anche importanti sponsor di golf professionistico e hanno recentemente assunto l’ex responsabile delle vendite Nike per la loro divisione golf.

Medterra impiega molto tempo ed energie nello sviluppo delle formule della crema antidolorifica, e questo è il risultato del loro sforzo.

Questo prodotto è un estratto di CBD di alto livello, consistente principalmente in un estratto di CBD ad ampio spettro brevettato, ed è anche una sostanza eccipiente portatile per il recupero muscolare e articolare e per il sollievo dal dolore.

Questa crema antidolorifica è disponibile in due intensità; noi consigliamo l’opzione ad alta resistenza per la maggior parte delle applicazioni.


5. La migliore crema topica per il supporto articolare

Kat’s Naturals produce tre creme antidolorifiche: questa è formulata con l’arnica (una potente erba analgesica che favorisce il recupero), un’altra invece è con la capsaicina (l’ingrediente attivo che produce la sensazione di riscaldamento nei peperoncini), e la terza è una crema professionale al CBD con una dose più alta del normale.

Questi topici per il dolore articolare ci piacciono tutti, ma secondo noi la versione a base di arnica offre il massimo supporto in termini di recupero. L’arnica fa davvero un ottimo lavoro nel ripristinare la funzione delle articolazioni in un paio di giorni.

Per alcune persone per la gestione del dolore è meglio la variante con capsaicina, altre, quando hanno dolori articolari, preferiscono evitare creme riscaldanti, perché a volte possono peggiorarli.

A prescindere da quale di queste creme antidolorifiche scegliate, questi topici sono prodotti eccellenti da tenere a portata di mano in casa per quei giorni di incredibile fastidio.


Che cosa provoca il dolore articolare?

Il dolore articolare può essere causato dalla distruzione del tessuto articolare stesso o da danni ai tessuti che circondano l’articolazione.

È importante distinguere tra le due cose, perché la soluzione potrebbe essere molto diversa per entrambe.

In realtà ci sono moltissime cause diverse per il dolore articolare, tra cui lesioni al tessuto articolare o alle ossa connesse all’articolazione, e malattie autoimmuni che portano alla distruzione del tessuto articolare. Il dolore alle articolazioni può anche essere il risultato della degenerazione legata all’età di importanti tessuti articolari, come il rivestimento della cartilagine o le cellule che producono il liquido sinoviale (la sostanza scivolosa che funge da lubrificante per le articolazioni).

Vediamo alcune delle diverse condizioni associate al dolore articolare e cosa potrebbe causarlo.

1. Lesioni del tessuto articolare

Questa è la causa più diffusa di ciò che chiameremmo dolore articolare acuto, che fondamentalmente è un dolore alle articolazioni che inizia all’improvviso invece di peggiorare gradualmente nel tempo.

Gli infortuni sportivi, gli incidenti d’auto e le lesioni da caduta, sono le cause più comuni di danno articolare. Il dolore causato da queste condizioni di solito appare quasi immediatamente dopo l’incidente e può essere descritto come un dolore pungente, bruciante o pulsante.

A seconda di quali tessuti sono stati danneggiati, il trattamento può essere leggermente diverso, tuttavia i benefici del CBD sono gli stessi indipendentemente da qual è la parte dell’articolazione è interessata.

Quando viviamo un infortunio, sono tre le cose principali che provocano dolore:

  1. I nocicettori locali (i recettori del dolore) inviano segnali al cervello, comunicandogli che c’è un problema
  2. I processi infiammatori iniziano a causare l’accumulo di sangue, l’arrossamento della pelle, il rigonfiamento e il dolore dell’area
  3. I muscoli che mantengono le articolazioni insieme possono iniziare ad avere spasmi, causando la perdita di mobilità e sensazioni di pulsazioni nell’area

Come il CBD può aiutare

Il CBD offre supporto per tutte e tre queste cause di dolore:

  1. Il CBD blocca la trasmissione del dolore, affievolendo efficacemente la percezione del dolore nel cervello
  2. Il CBD rallenta il processo infiammatorio, alleviando il dolore e il malessere specifici dell’infiammazione
  3. Il CBD (come gli altri cannabinoidi) rilassa le fibre muscolari, prevenendo il dolore spastico associato a lesioni articolari più gravi, e velocizza la guarigione dell’articolazione [1]

Guida alla scelta dei prodotti al CBD per le lesioni articolari

La chiave per supportare il danno articolare o il malessere causato dalle lesioni fisiche è favorire la rigenerazione del tessuto.

Pertanto, il CBD dovrebbe essere utilizzato principalmente come modo per alleviare il dolore e l’infiammazione, utilizzando allo stesso tempo altri integratori che favoriscano più specificamente il processo di guarigione, come la glucosamina solfato, la condroitina solfato, la curcumina, l’estratto di boswellia e le miscele di amminoacidi.

In più è meglio utilizzare una combinazione di CBD interno (da oli di CBD, capsule o oli da vaporizzazione) e prodotti topici (creme, pomate, unguenti). La combinazione di CBD topico e per uso interno offre il massimo supporto sintomatico.

Quando acquisti prodotti al CBD per supportare le articolazioni lesionate, assicurati che siano ad alta potenza. Se la potenza è troppo bassa potresti non provare nessun beneficio.

  1. Oli di CBD: ti consigliamo di trovare qualcosa con almeno 500 mg di CBD per 30 ml (16,5 mg/ml).
  2. Capsule di CBD: trova qualcosa con almeno 25 mg di CBD per capsula. In questi casi le potenze più elevate sono migliori, per evitare di dover assumere mezza dozzina di pillole più volte al giorno solo per ottenere il sollievo che puoi ottenere con 1 o 2 capsule ad alta potenza.
  3. Vaporizzatori e oli da vaporizzazione: con questi prodotti è meno importante scegliere opzioni ad alta potenza perché puoi semplicemente svapare di più e ottenere i risultati che cerchi.
  4. Prodotti topici: ti consigliamo di trovare qualcosa con almeno 10 mg/ml di contenuto di CBD. Qualunque cosa contenga meno CBD probabilmente non ha la potenza necessaria per fornire sollievo da questa condizione.
Esempio di integratore contenente CBD:
Integratore Dose Dosi al giorno
Capsule di CBD ad alta potenza (25 mg) 25-50 mg Due volte al giorno
Glucosamina solfato (500 mg) 500 mg Tre volte al giorno
Condroitina solfato (400 mg) 400 mg Tre volte al giorno
Estratto di Boswellia (800 mg) 800 mg Tre volte al giorno

2. Artrite

L’artrite è molto diffusa e colpisce circa 55 milioni di persone negli Stati Uniti. È la principale causa di problemi di mobilità articolare nel mondo sviluppato.

Ci sono tre forme principali di artrite:

  1. L’artrite reumatoide: questa forma di artrite è causata dal sistema immunitario che attacca i tessuti articolari, provocando il cedimento delle articolazioni intorno al corpo.
  2. Osteoartrite: l’osteoartrite comporta anche una graduale perdita del tessuto articolare, ma più specificamente la causa alla base è l’infiammazione di basso grado e la distruzione della cartilagine nel tessuto articolare.
  3. Gotta: questa forma di artrite è causata da un accumulo di cristalli di acido urico nelle articolazioni, che causa dolore, infiammazione e distruzione del tessuto articolare.

Il CBD può dare beneficio a tutte e tre le forme di artrite per quanto riguarda le cause alla base della condizione, così come per il dolore e l’infiammazione che ne seguono.

Come il CBD può aiutare

Con tutte le forme di artrite, il risultato finale è una perdita del rivestimento protettivo della cartilagine all’interno delle articolazioni. La differenza è semplicemente la causa alla base della perdita di cartilagine.

I benefici del CBD per il dolore dell’artrite dipendono dalle sue potenti attività antinfiammatorie, analgesiche e rilassanti.

Nel caso di artrite reumatoide, il CBD ha l’ulteriore vantaggio di sopprimere l’attività immunitaria iperattiva che porta al prendere ingiustamente di mira i nostri stessi tessuti.

Per la gotta, il CBD aggiunge un secondo livello di beneficio dando supporto ai reni. La gotta non trattata porta spesso al danneggiamento dei capillari sensibili nei reni, il che provoca danni e peggiora i sintomi della gotta stessa.

Confronto tra le tre forme di artrite
  Artrite reumatoide (AR) Artrosi (OA) Gotta
Sintomi chiave 1. Dolore articolare (di solito su entrambi i lati del corpo)  
2. Perdita di mobilità
3. Grave dolore articolare
4. Febbre
5. Affaticamento
6. Sintomi peggiori al mattino e che non migliorano nel resto della giornata
1. Dolore articolare (su uno o entrambi i lati del corpo)  
2. Perdita di mobilità
3. Sintomi peggiori al mattino ma che migliorano nel resto della giornata
1.  Dolore articolare (su uno o entrambi i lati del corpo)
2. Il dolore inizia improvvisamente, di solito durante la notte
3. Accompagnata da un forte dolore al dito del piede o alla punta del naso
Cause/Fattori scatenanti 1. Malattia autoimmune  
2. Fumo
3. Consumo di alcool
4. Infezioni virali
5. Obesità
1. Esercizio fisico  
2. Vecchiaia
3. Infortuni passati
4. Cambiamenti di temperatura (più frequenti in climi freddi)
5. Obesità
1. Malattia renale  
2. Consumo di alcool
3. Assunzione di proteine ​​elevate
4. Origini asiatiche
Obiettivi principali del trattamento 1. Sostenere la funzione immunitaria  
2. Alleviare dolore articolare
3. Ridurre l’infiammazione
1. Alleviare il dolore articolare  
2. Promuovere la rigenerazione di cartilagine e liquido sinoviale
3. Ridurre l’infiammazione di basso grado
1. Aumentare la minzione  
2. Supportare la funzionalità renale
3. Alleviare il dolore articolare

A. Usare il CBD per l’artrite reumatoide:

  • Cerca un estratto a spettro completo invece che uno a base di isolato: gli estratti a spettro completo danno più sollievo rispetto agli isolati.
  • Trova topici con effetti riscaldanti: l’effetto riscaldante aumenta la tolleranza al dolore articolare e migliora il flusso sanguigno dentro e fuori l’articolazione.
  • Compra solo prodotti che sono stati testati per metalli pesanti e pesticidi: la contaminazione di questi elementi può avere un effetto contrario, peggiorando l’infiammazione col tempo.
  • Combina il tuo integratore di CBD con altre sostanze antinfiammatorie, come la curcumina o l’incenso.
  • Usa prodotti al CBD ad alta potenza: le potenze più basse non sono in grado di fornire molto sostegno a questa condizione.

B. Usare il CBD per l’osteoartrite

  • Usa oli di CBD a spettro completo: hanno effetti più forti grazie all’effetto entourage.
  • Combina il CBD con altri integratori volti a ripristinare la cartilagine nel tessuto articolare, come la glucosamina solfato e la condroitina solfato.
  • Usa sia CBD topico che interno: questo dà un sollievo molto maggiore.
  • Trova topici ad azione riscaldante o raffreddante.
  • Utilizza solo prodotti al CBD a media o alta potenza: è improbabile che potenze basse offrano un grande sostegno per l’osteoartrite.

C. Usare il CBD per la gotta

  • Il CBD per uso topico sarà il più efficace per il dolore associato alla gotta: cerca un balsamo al CBD ad alta potenza e applicalo frequentemente durante il giorno.
  • Combina il CBD con integratori che favoriscono la funzione renale, come l’integratore a base di erbe conosciuto come gramigna (Elytrigia repens).
  • Contemporaneamente all’uso del CBD fai dei cambiamenti alla dieta: riduci l’assunzione di proteine ​​e fai attenzione ai cibi ricchi di nitrati come gli alimenti in salamoia o in scatola.
  • Utilizza i prodotti al CBD a spettro completo: sono più forti e offrono ulteriori benefici per la salute dei reni.

Ci sono tantissimi prodotti al CBD venduti allo scopo di favorire la salute delle articolazioni.

Purtroppo, molti di questi prodotti non riescono a portare a termine l’obiettivo.

Fattori che rendono i prodotti al CBD meno efficaci:

  1. La potenza è troppo bassa: evitare l’uso di topici che contengono meno di 10 mg/ml e oli inferiori a 16,6 mg/ml.
  2. Mancanza di altri ingredienti benefici: Il CBD funziona meglio per il supporto articolare quando combinato con altri ingredienti benefici.
  3. Metalli pesanti o altri contaminanti: i metalli pesanti danneggiano direttamente i tessuti articolari e possono scatenare riacutizzazioni dell’artrite reumatoide. Se non ci sono test di laboratori esterni che confermano l’assenza di metalli pesanti nel prodotto, non comprarlo.

Suggerimenti per ottimizzare il CBD per il dolore articolare

Il CBD contribuirà notevolmente a ridurre il dolore associato a lesioni articolari di qualsiasi tipo grazie ai suoi potenti effetti antinfiammatori, antiossidanti, rilassanti muscolari e immunomodulatori.

Ma non dovrebbe essere tutto qui, le migliori soluzioni per fornire supporto alla malattia implicano una combinazione di integratori e cambiamenti dello stile di vita.

Ecco alcuni dei consigli e dei trucchi più importanti per ottimizzare gli effetti del CBD per il sostegno e la salute articolare:

1. Valuta di assumere altri integratori insieme al CBD

  1. Franchincenso (Boswellia serrata): l’estratto di questa erba è un integratore famoso per il supporto delle articolazioni. Inibisce uno degli enzimi infiammatori chiave coinvolti nei processi infiammatori dell’osteoartrite e dell’artrite reumatoide (5-LOX).
  2. Curcuma (Curcuma longa): simile al franchincenso, la curcuma inibisce un altro enzima coinvolto nell’artrite (COX).
  3. Glucosamina solfato: questo composto serve da precursore nella formazione della cartilagine nelle articolazioni, dunque favorisce una guarigione più rapida dei tessuti articolari danneggiati.
  4. Condroitina solfato: è un altro componente chiave della cartilagine nelle articolazioni solitamente assunto insieme alla glucosamina.
  5. Vitamina D: una causa comune di dolori articolari è la carenza di vitamina D. È particolarmente benefica se si vive in climi nordici dove per diversi mesi all’anno l’esposizione al sole è scarsa.
  6. Gramigna (Elytrigia repens): la gramigna è specifica per il dolore da gotta. È un diuretico, promuove l’espulsione di acido urico in eccesso attraverso l’urina.

2. Considera altri cambiamenti dello stile di vita

  1. Gestione dello stress: il cortisolo, il principale ormone dello stress, promuove l’infiammazione, e col tempo può peggiorare progressivamente i sintomi. È utile adottare misure per mantenere i livelli di stress più bassi possibile.
  2. Cambiamenti della dieta: evita di mangiare cibi infiammatori o a cui potresti essere allergico, perché possono causare l’infiammazione e peggiorare i sintomi. Per la gotta, riduci l’assunzione di proteine ​​e nitrati.
  3. Esercizio fisico: l’esercizio è estremamente importante per tutte le forme di dolori articolari, tranne in caso di infortuni.
  4. Smetti di fumare: il fumo è uno dei principali fattori scatenanti delle riacutizzazioni dell’artrite reumatoide e può rallentare il processo di guarigione per infortuni o osteoartite.

Da ricordare: usare il CBD per il dolore articolare

Esistono molte cause diverse per il dolore articolare, tuttavia, nella maggior parte dei casi si può trarre un beneficio diretto dal CBD.

Il danno articolare è caratterizzato da una perdita di cartilagine e liquido sinoviale, il che causa lo sfregamento diretto delle ossa, portando a una più rapida degenerazione della cartilagine, più dolore e alla riduzione della mobilità articolare.

Il CBD è un potente composto antinfiammatorio, che aiuta a interrompere il ciclo di infiammazione e di degenerazione delle articolazioni. Inoltre, grazie alla capacità di attivare i recettori oppioidi nel midollo spinale e nel cervello, il CBD è un potente antidolorifico.

Per forme specifiche di dolori articolari, come l’artrite reumatoide o la gotta, il CBD offre ulteriori benefici attraverso la capacità di regolare l’attivazione delle cellule immunitarie (artrite reumatoide) e di favorire la salute dei reni (gotta).

Per ottenere il massimo beneficio, noi consigliamo di cercare prodotti al CBD sia topici che da assumere oralmente. Questo può includere capsule, oli o oli di vaporizzazione.

È anche meglio trovare prodotti che si sono dimostrati privi di contaminanti attraverso test di laboratori esterni, con una potenza più alta e che siano realizzati con un estratto a spettro completo. Per rendere ancora più forti gli effetti del CBD, è meglio combinare più integratori mirati al sostegno della salute delle articolazioni, invece di basarsi unicamente sul CBD.


Riferimenti

  1. Malfitano, A. M., Proto, M. C., & Bifulco, M. (2008). Cannabinoids in the management of spasticity associated with multiple sclerosis. Neuropsychiatric disease and treatment, 4(5), 847.
  2. Singh, J. A. (2013). Racial and gender disparities among patients with gout. Current rheumatology reports, 15(2), 307.
  3. Blake, D. R., Robson, P., Ho, M., Jubb, R. W., & McCabe, C. S. (2006). Preliminary assessment of the efficacy, tolerability and safety of a cannabis-based medicine (Sativex) in the treatment of pain caused by rheumatoid arthritis. Rheumatology, 45(1), 50-52.
  4. Hammell, D. C., Zhang, L. P., Ma, F., Abshire, S. M., McIlwrath, S. L., Stinchcomb, A. L., & Westlund, K. N. (2016). Transdermal cannabidiol reduces inflammation and pain‐related behaviours in a rat model of arthritis. European Journal of Pain, 20(6), 936-948.
  5. Malfait, A. M., Gallily, R., Sumariwalla, P. F., Malik, A. S., Andreakos, E., Mechoulam, R., & Feldmann, M. (2000). The nonpsychoactive cannabis constituent cannabidiol is an oral anti-arthritic therapeutic in murine collagen-induced arthritis. Proceedings of the National Academy of Sciences, 97(17), 9561-9566.

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi essere il primo a conoscere i nostri ultimi arrivi e le offerte speciali!

You have successfully subscribed!

Subscription failed!